SCOPRI COME OTTENERE BENEFICI DAI TUOI CONTENUTI SU LINKEDIN PUBLISHING

SCOPRI COME OTTENERE BENEFICI DAI TUOI CONTENUTI SU LINKEDIN PUBLISHING

Media Manager

19/09/2017 Release by Obbiettivo Futuro

In Sintesi

Linkedin Publishing e il suo utilizzo nella creazione del proprio personal brand

La notizia

Linkedin ha aperto le porte al mondo dei contenuti con la piattaforma Publishing che permette a ogni professionista di pubblicare i propri contenuti.
La Piattaforma Publishing è il punto cardine per la costruzione del proprio personal branding perché mostra a follower, clienti e/o datori di lavoro, competenze e conoscenze specifiche dell’ambito professionale in cui si opera dando altresì la possibilità di esprimere opinioni e dar prova di ciò che si ama e si è in grado di fare.  


COME FUNZIONA LA PIATTAFORMA PUBLISHING?

Come puoi notare dalla Figura 1, Publishing è una piattaforma facile da utilizzare, simile ad un blog, dotata degli strumenti principali per l’editing di un articolo, dalla formattazione del testo all’inserimento di citazioni, immagini, link e file multimediali.


Figura 1



MA COME FARE PER INIZIARE A SCRIVERE SULLA NUOVA PIATTAFORMA EDITORIALE?
Per accedere all’editor, bisogna cliccare su Scrivi un articolo, il pulsante posizionato sulla barra di navigazione della homepage di Linkedin.
La piattaforma permette di misurare l’efficacia dei post grazie alla pagina delle statistiche, che restituisce dati relativi a numero di visualizzazioni, commenti, consiglia, condividi, etc.
Inoltre, in ogni punto dell’articolo, Publishing permette l’inserimento di presentazioni Slideshare, foto e video, hashtag e post di Instagram.
Nel caso si vogliano arricchire i contenuti con le immagini, alcuni siti interessanti possono essere:
Unsplash
Death to Stock Photos
Flickr Creative Commons
Pixabay
Pexels 

Il menu a tendina More, mostrato in Figura 2, permette di gestire l’articolo, salvandolo in bozza e visualizzando le statistiche di quelli già pubblicati.

Figura 2

Per mantenere in alto il post e renderlo maggiormente visibile ai membri di Linkedin interessati ai suoi contenuti, è importante inserire i giusti hashtag negli articoli, prima della loro pubblicazione.


QUALI BENEFICI OTTIENI DAI TUOI CONTENUTI?
 Pubblicare un articolo significa lavorare in termini di ottimizzazione sia nel proprio network professionale, sia in ambito di personal branding:
- Il contenuto dell’attività editoriale di un professionista può essere visualizzato nei feed dei membri di Linkedin, essere consigliato, commentato e condiviso, anche se non sono nella sua rete; se i suoi contenuti sono interessanti riuscirà a trasformare un membro di Linkedin in un follower.
- I post saranno visibili nel profilo Linkedin del professionista grazie ai quali potrà acquistare autorevolezza nel suo ambito lavorativo.
- L’attività editoriale su Linkedin inoltre, non è relegato solo alla piattaforma ma può essere visualizzato anche all’esterno se le impostazioni della privacy sono state curate con attenzione.

 

CONCLUSIONI
Per un professionista, i contenuti rappresentano il biglietto da visita col quale si presenta: il segno distintivo della sua professionalità.
Le altre persone inizieranno a leggerli e pian piano a costruirsi un’idea precisa della sua persona e del Brand che sta costruendo attraverso l’attività editoriale.
Oggi più che mai, la comunicazione consente di rendere note le proprie competenze e mettersi in gioco allo scopo di migliorare credibilità e autorevolezza professionale.
Costruirsi un’immagine online significa trasformarsi in una scelta vincente per i potenziali clienti o in un candidato ideale per i potenziali datori di lavoro e/o recruiter.
È proprio in questo processo che Linkedin si rileva un alleato di successo.
Ma quali son le linee guida per un articolo ben scritto?

Scoprilo nel prossimo articolo di #SKILLPILL

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere in un commento e condividilo sui social,
Se sei interessato ad altri articoli come questo, clicca qui
Per non perderti le ultime novità sul mondo del lavoro, digital e IT, seguici anche su Linkedin Facebook


Allegati:

news


12/09/2017

La web reputation non si crea ma si forma

Come mai il social media manager รจ destinato a scomparire?