Tre vertici nella gestione di progetto

Tre vertici nella gestione di progetto

manager

14/07/2017 Release by ESPM

In Sintesi

Tre fattori del nuovo ordine di progetto per la gestione efficace

La notizia

<div style=’text-align:justify’><span style="font-size: 16pt; color: #00A0FF;" data-mce-style="font-size: 14pt; color: #808080;">
TRE VERTICI NELLA GESTIONE DI PROGETTO
</div>
<div style=’text-align:justify’><span style="font-size: 12pt;" data-mce-style="font-size: 14pt; color: #808080;">
Capita spesso che i project manager si trovino a dover soddisfare esigenze importanti in tempi molto brevi, talvolta con restrizioni considerevoli, rischiose per la buona riuscita del progetto il quale invece dovrebbe essere inteso come la conseguenza organica dell’unione di tutti gli elementi coinvolti in materia di efficacia ed efficienza.
Se inizialmente le problematiche di gestione ruotavano solo attorno ai tre fattori fondamentali di scopi, tempi e costi, ora sul palcoscenico entrano in gioco anche qualità, comunicazione e una nuova concezione nella gestione del rischio.

Qualità

È un fattore di forza che emerge quando l’intero team s’impegna a soddisfare specifici requisiti per ottenere un risultato ottimale.
È bene considerare, tuttavia, come il significato terminologico sia da intendere nel gergo del project manager, il quale è costantemente spronato ad allargare lo sguardo verso ipotesi di miglioramento e criteri nuovi per la misurazione dell’indice di gradimento, del successo e del rispetto delle aspettative.

Comunicazione

All’interno del nuovo ordine di progetto viene data grande importanza alla comunicazione come veicolo principale per attuare in modo corretto ogni azione della squadra.
Quest’ultima infatti, deve essere sempre a conoscenza dei punti di partenza, degli obiettivi e dei traguardi da raggiungere. Una comunicazione efficace non permetterà solo di riconoscere le problematiche, gestire i rischi e assegnare le dovute responsabilità alle risorse sulla base delle competenze che hanno dimostrato, ma soprattutto coadiuverà l’apprendimento di nuove soft skills a livello personale.

Gestione del rischio

Durante la messa in opera di un progetto, è bene considerare con serietà qualunque tipologia di rischio, anche la più insignificante.
Oltre alla sua accezione isolata e negativa infatti, esso potrebbe rappresentare, agli occhi di un PM, un’opportunità per migliorare un progetto in corso d’opera.

In conclusione, è parte integrante del lavoro di qualunque PM definire ogni dettaglio durante il ciclo di vita del progetto sia per migliorarne la gestione, scegliendo in anticipo processi e metodologie, come quelle Agile, sia per capire come comunicare in modo efficace con i professionisti del team.
</div>


Allegati:

European School of Project Management news


27/10/2017

Hacking marketing e project management

Quali sono le correlazioni tra il growth hacking marketing e il project management e perché le aziende stanno puntando su questa sinergia

20/10/2017

Quale sarà l'impatto dell'intelligenza artificiale sul lavoro del project manager?

Come cambierà il panorama aziendale in relazione all'introduzione del machine learning e dell'intelligenza artificiale

13/10/2017

Gestione del personale e comunicazione - attenzione ad aureole e copia conoscenza

Due spunti di riflessione per gestire meglio personale e comunicazione all’interno di un progetto