Cinque regole per avere un buon team

Cinque regole per avere un buon team

manager

04/11/2016 Release by espm

In Sintesi

Collaborazione e produttività non possono che marciare di pari passo.

La notizia

Smiley face

Collaborazione e produttività non possono che marciare di pari passo. Nessun manager può incrementare la sua produzione senza un sano rapporto con tutti i membri del suo team. Ecco perché la collaborazione non solo nel rapporto manager-sottoposti, ma anche tra gli stessi colleghi è fondamentale.

Innanzitutto serve un organigramma chiaro, dove ci sia un supervisore e non molti ruoli intermedi. Questi ultimi spesso sono causa di gelosie e invidie e influiscono negativamente sulla produzione.

Si deve poi remare tutti nella stessa direzione. Lavorando a più mani su singoli task è un’iniezione di adrenalina, che sollecita l’impegno e favorisce la collaborazione.

I meeting servono, ma non devono essere troppo frequenti. Alcune grandi multinazionali si sono date delle regole ferree sugli incontri tra colleghi. Intel, per esempio, all’inizio del meeting chiede che vengano identificati e condivisi i pochi e chiari obiettivi dell’incontro. In Apple invece è possibile sospendere il meeting se una buona parte dei presenti lo ritiene inutile.

I leader devono impegnarsi a rendere i processi decisionali standardizzati e fluidi, chiaramente assegnati a poche figure responsabili. Il tempo risparmiato dalle lungaggini decisionali potrà finalmente essere investito per valutare nuove opportunità di crescita e per portare vantaggio concreto all’impresa.

Ogni componente di un team può avere idee, giuste o sbagliate. Il buon manager deve ascoltare tutti, ma poi saper decidere con saggezza, concentrandosi solo su pochi punti. Pochi progetti per volta, ma selezionati con dovizia senza prendere scelte accettate. E, una volta accettata una sfida, tutti si devono impegnare al meglio per portarla a termine. Sia chi ne era promotore, sia chi aveva altre proposte precedentemente scartate.


Allegati:

European School of Project Management news


22/09/2017

Tre considerazioni sul lavoro in remoto

Pro e contro del lavoro in remoto; come sfruttarlo e cosa fare per evitare passi falsi

15/09/2017

Il team di progetto spiegato in 5 punti

Ecco le linee guida di Tuckman e Jensen per creare un ambiente fiduciario e produttivo all'interno del team di progetto

08/09/2017

Non solo welfare - Tre punti per migliorare l’employee engagement

Le strategie migliori per implementare l'employee engagement passano attraverso tre fattori: autonomia, correlazione e competenza.