Come ottenere il massimo dal proprio team

Come ottenere il massimo dal proprio team

manager

03/10/2016 Release by espm

In Sintesi

Un buon manager deve essere AMPLIFICATORE per ottenere il massimo dal suo team. #espm

La notizia



Amplificatori e Riduttori. Non stiamo parlando di elettronica, ma di buoni e cattivi manager. In un ambiente lavorativo un leader può essere amplificatore o riduttore. Nel primo caso tende a spingere verso l’alto tutti i componenti della sua squadra, nel secondo caso verso il basso.


Un leader Amplificatore è colui che riesce a moltiplicare e potenziare le capacità individuali dei componenti del proprio team, facendoli lavorare in sintonia, dove ciascun valore è decisamente più dirompente della semplice somma della potenza dei singoli. Tra gli Amplificatori spiccano personalità magnetiche in grado di attrarre i migliori talenti, i leader illuminati alla ricerca di sfide o investitori che responsabilizzano le risorse e mettono una porzione di leadership nelle mani di ciascuno. Non servono primedonne o individualisti nel team di un Amplificatore. Questo manager illuminato deve sapere ottimizzare le qualità di ognuno e ridurre al minimo i punti deboli e gli attriti tra componenti. 

L’esatta nemesi dell’Amplificatore è il Riduttore. Questo manager può essere tirannico, improvvisato, timoroso di poter perdere il suo potere e geloso del talento altrui. In ogni caso tenderà a ridurre le qualità dei singoli e non minimizzerà gli attriti tra colleghi ma, al contrario, li eleverà.

Una classe di manager che basa l’operato su parole chiave come:
- elitarismo, dove solo in pochi hanno vero talento e gli altri possono anche tacere;
- immobilità, dove o sei performante e talentuoso subito, oppure non lo diventerai mai, dato che non si ha tempo da perdere per aspettare una crescita professionale;
- autocelebrazione, dove il leader pensa di aver sempre ragione e la sua parola va eseguita senza palesare critiche.


In un ambiente lavorativo il Riduttore può arrivare al punto di rovinare eccellenze, portandole a uno stato di frustrazione in cui nessuno dei sottoposti avrà più voglia di migliorarsi, accontentandosi della routine. Se non si danno stimoli ma solo rischi di umiliazione, il team di lavoro sprofonda nella mediocrità. L’Amplificatore invece fa bene a tutti, in primis alla stessa azienda. In termini economici è chiaro che il manager Amplificatore porta profitto, mentre il Riduttore è responsabile di perdite.

Per essere Amplicatori dovete ascoltare l’opinione di tutti i membri del team, senza imporre sempre la vostra visione delle cose. Assegnate interi progetti ad ogni risorsa, senza escludere nessuno. Un’esclusione potrebbe ritorcervi contro e alimentare invidie e gelosie.

In termini calcistici il leader Amplificatore è quell’allenatore che senza avere campioni in squadra riesce comunque a portare a casa risultati soddisfacenti, facendo giocare al meglio i suoi ragazzi. Il Riduttore al contrario, pur avendo in squadra calciatori eccezionali, finisce per creare un clima di tensione che rischia di annullare i singoli talenti e di portare il suo team a pesanti sconfitte.

Guardate ogni singola vostra risorsa e fate in modo che lavori al meglio. I membri del team devono essere propositivi. Per esserlo vanno ascoltati e inseriti in un gruppo dove il successo di ogni impresa sia poi fonte di gratificazione per tutti.


Allegati:

European School of Project Management news


27/10/2017

Hacking marketing e project management

Quali sono le correlazioni tra il growth hacking marketing e il project management e perché le aziende stanno puntando su questa sinergia

20/10/2017

Quale sarà l'impatto dell'intelligenza artificiale sul lavoro del project manager?

Come cambierà il panorama aziendale in relazione all'introduzione del machine learning e dell'intelligenza artificiale

13/10/2017

Gestione del personale e comunicazione - attenzione ad aureole e copia conoscenza

Due spunti di riflessione per gestire meglio personale e comunicazione all’interno di un progetto